Ecoideare online

Luglio/Agosto 2016

copertina

Aziende

 

link utili

 

PDF Stampa E-mail

Pane integrale perchè sceglierlo?

Il pane è il prodotto derivato dalla cottura di un impasto ottenuto mescolando farina di frumento (o di altri cereali), sale, acqua e fermentato per mezzo di specie di microrganismi propri della fermentazione panaria.
Grazie alle sue caratteristiche nutrizionali e alla facilità d’impiego il pane è un prodotto molto diffuso e alla base della nostra alimentazione. Infatti, per fornire all’organismo l’energia di cui ha bisogno per funzionare e svilupparsi correttamente, almeno il 50% delle calorie totali deve provenire dai carboidrati e il pane è ricco di caboidrati complessi

Ma perché preferire il pane integrale al pane bianco?

Il pane integrale è un pane realizzato con farine integrali che contengono crusca e germe di grano. Ha un apporto di fibre superiore a quello del pane bianco e pur non essendo la fibra un elemento nutritivo è importante per i suoi numerosi vantaggi. Il più noto è l’agevolazione del transito intestinale. Non essendo solubile, la fibra contenuta nel pane integrale garantisce un maggior effetto lassativo. Inoltre assicura anche un buon potere saziante e la riduzione dell’assorbimento intestinale di colesterolo e altri grassi. Il pane integrale è anche ricco di vitamine e sostanze protettive: contiene vitamina B1 o tiamina, vitamina B2 o riboflavina, vitamina B3 o niacina, Vitamina B6 o piridossina e vitamina B9 o acido folico. Tra i minerali vi si ritrovano grandi quantità di fosforo, magnesio, calcio e potassio, e in misura minore altri elementi come sodio, ferro o iodio. Sia le vitamine sia i minerali si concentrano nella crusca e nel germe di grano.

Un altro effetto benefico del consumo di cereali integrali è relativo all’innalzamento della glicemia (cioè della presenza di glucosio nel sangue): il pane integrale determina un picco glicemico più basso e, quindi, lo possono consumare anche coloro che soffrono di malattie metaboliche quali il diabete o la sindrome metabolica. Senza contare poi che la variante integrale è anche meno calorica del comune pane bianco, circa 50 kcal per 100 g di prodotto.

http://www.cure-naturali.it/pane-integrale/4753

 
PDF Stampa E-mail

Wikkelhouse: la casa di cartone totalmente reciclabile

Gli ingegneri della società di Amsterdam Fiction Factory hanno realizzato la Wikkelhouse, una casa modulare, componibile a blocchi e totalmente personalizzabile, progettata per durare anche fino a 50 anni.
La durabilità della Wikkelhouse è garantita proprio dal cartone con il quale viene realizzata: 24 strati di cartone ondulato di alta qualità fissati tra loro con un collante ecologico e rivestito successivamente con una pellicola resistente alla pioggia e con dei listelli di legno. Altre caratteristiche salienti della ‘casa incartata’ sono l’ottimo isolamento termico delle pareti e la completa riciclabilità dei materiali.
Ogni casa è composta da diversi moduli. Ogni modulo è lungo 1,2 metri: con 3 blocchi, dunque, si avrà un capanno, con 10 blocchi, invece, un appartamento vivibile e spazioso. Una volta scelti tutti i moduli che andranno a comporre una Wikkelhouse, questa può essere montata in un solo giorno.
Grazie alla sua estrema leggerezza, può essere posizionata sulla spiaggia, in mezzo ai boschi, nel prato dietro casa o persino all’interno di un magazzino.
La Wikkelhouse è disponibile in Belgio, Lussemburgo, Germania, Francia, Regno Unito e Danimarca.

www.wikkelhouse.com

 
PDF Stampa E-mail

PopoGusto il mercatino enogastronomico a filiera corta


A partire da sabato 24 settembre 2016 nel 2° e 4° sabato di ogni mese, fino a dicembre, dalle 9 alle 15 presso la sede della Società Umanitaria a Milano in Via San Barnaba 48 si svolgerà il mercatino enogastronomico organizzato da Radio Popolare. Trenta piccoli produttori faranno degustare i loro formaggi, ortaggi autoctoni, vini, oli, pane, salumi e molto altro tutti provenienti da Aziende Agricole e Cooperative artigiane del territorio. Sarà anche possibile pranzare in giardino, comodamente seduti, gustando piatti cucinati dagli chef stellati dello street food

Ingresso libero e gratuito

 
PDF Stampa E-mail

Itinerari d’autunno


Oggi è il primo giorno di autunno, le giornate si accorciano e le temperature iniziano a calare ma nonostante ciò è ancora possibile prendere lo zaino e mettersi in cammino per godere delle meraviglie del paesaggio. Lungo le coste del sud Italia sarà ancora possibile godere degli ultimi scampoli d'estate mentre nel resto del paese avremo la possibilità di metterci in cammino lungo le vie del foliage lasciandoci stregare dai profumi del sottobosco che fanno da padroni ad una cornice fatta di funghi, castagne e tartufi. La Compagnia dei Cammini, che da anni propone percorsi di trekking adatti a tutti e per tutti i livelli di allenamento, propone i seguenti itinerari:

24 settembre/1 Ottobre
I colori delle Lange

A cavallo tra valle Bormida, valle Belbo e val Tanaro si cammmina per stradelli di campagna dall’alta Langa selvaggia alla Langa del vino Partendo da Saliceto, si sosterà alla restaurata cascina del Pavaglione, cinquant’anni fa luogo della “Malora” e oggi centro culturale dotato di biblioteca. Dalle colline dei grandi vini si scenderà quindi verso Alba, camminando tra i filari di nebbiolo e dolcetto proprio nel momento della vendemmia.

10/15 Ottobre
il Casentino

Un lembo nascosto di Toscana dove il lupo è di casa. Si attraversano casolari, castelli, pievi, chiese, eremi, a ricordare che fin dal Medioevo, queste vie furono presidiate da feudi e attraversate da pellegrini perché collegate alla Via Romea di Stade e al Cammino di Francesco. La forte spiritualità di Camaldoli e gli antichi mestieri e le tradizioni della Vallesanta ricordano le radici profonde di queste valli, ancora vivissime nelle leggende, nei canti e nei saperi della gente del posto. La rete dell’ecomuseo, creata negli ultimi anni, ha permesso di recuperare, gli antichi borghi e gli aspetti più peculiari della propria cultura.

22/29 Ottobre
Il Gargano e la foresta umbra

Da Rodi Garganico a Monte Sant’Angelo, sette giorni di cammino da paese a paese, lungo la costa e nell’entroterra del Gargano. Uliveti, colline, testimonianze preistoriche, incontri con le tradizioni popolari, la musica, la fioritura dei Colchicum, interminabili foreste, gli alberi monumentali, le falesie sul mare, le lunghe spiagge e i trabucchi. E poi i colori della foresta in autunno e i contrasti delle bianche scogliere sul mare azzurro. La ricca e sana cucina garganica.

22/29 Ottobre
La costa ionica

In cammino lungo la costa ionica calabrese, nella punta estrema della penisola italiana, con le montagne dell’Aspromonte a fare da cornice tra l’azzurro del mare e del cielo e il bianco delle rocce. Ospitalità, mare limpido, spiagge infinite e “deserte”, camminate tra i profumi della macchia mediterranea e degli agrumi, le fiumare, i borghi arroccati in lontananza, cibo genuino e tradizionale sono i punti forti di questo viaggio in una terra poco conosciuta e lontana dal “tradizionale” turismo di massa legato al mare.

3/6 Novembre
Monteriggioni

Nel cuore della campagna toscana, da questi luoghi magici e ricchi di storia, si parte per camminare lenti, per gustare ogni passo, per “essere” ogni passo. Si pernotta a Casa Giubileo, una casa colonica/ostello immersa nel bosco di Monte Maggio, a 7 km circa dal centro di Monteriggioni. Si Visita il piccolo borgo di Strove, gioiello dell’urbanistica "difensiva" medievale. E naturalmente Monteriggioni "Castello", ovvero il piccolo paese all’interno della straordinaria cinta muraria, fortificazione rimasta intatta per secoli ed oggi vera meraviglia architettonico­paesaggistica che testimonia la lunga storia di conflitti tra Siena e Firenze.


http://www.cammini.eu/

 
PDF Stampa E-mail

Domani: il film che trova le risposte al nostro futuro

E se indicare soluzioni e raccontare storie di successo fosse il modo migliore per risolvere le crisi ecologiche, economiche e sociali che attraversano il nostro paese?
È questa la filosofia del documentario “Domani”, atteso nelle sale cinematografiche italiane il 6 ottobre prossimo. In seguito alla pubblicazione di uno studio che annuncia la possibile scomparsa di una parte dell’umanità da qui al 2100, Cyril Dion e Mélanie Laurent partono con una troupe di quattro persone per svolgere un’inchiesta in 10 paesi del mondo e scoprire che cosa potrebbe provocare questa catastrofe, ma soprattutto come evitarla. Durante il loro viaggio, incontrano i pionieri che stanno reinventando l’agricoltura, l’energia, l’economia, la democrazia e l’istruzione e ne documentano i successi, tracciando un quadro di quello che potrebbe essere il mondo di domani.
Il documentario, che ha già riscosso l’apprezzamento di oltre 2 milioni di spettatori e vincitore del Premio César per il miglior documentario nel 2016, è un inno alla speranza, una finestra su un domani differente, uno sprone alla resilienza, ci mostra che un domani è possibile investendo in progetti coraggiosi e sostenibili.

Tra le soluzioni proposte dal documentario per migliorare il nostro futuro troviamo:

_Mangiare bio e poca carne;
_Optare per un fornitore di energia elettrica rinnovabile;
_Acquistare in negozi locali e indipendenti;
_Cambiare banca;
_Ridurre, riutilizzare, riciclare, riparare e condividere.

http://www.domani-ilfilm.it/

https://www.youtube.com/watch?v=khw1kC55FWk

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 12